Ogni quanto va aggiornato il corso PES PAV PEI?

Oggi entriamo nel mondo dei lavori elettrici, per i quali il datore di lavoro deve nominare formalmente il personale quale esperto (PES), avvertito (PAV) o idoneo ai lavori in bassa tensione (PEI) in funzione del possesso di requisiti di istruzione, esperienza e formazione. In particolare, il datore di lavoro che voglia avere garanzia del possesso della formazione teorica del personale può fargli frequentare il corso PES PAV PEI.

L’aspetto che però risulta meno chiaro è se questo corso debba essere aggiornato come ogni altro corso in materia di salute e sicurezza e, nel caso, ogni quanto si debba provvedere.

L’aggiornamento del corso PES PAV PEI

Il riferimento per la definizione del corso PES PAV PEI non è il testo unico sicurezza ma la norma tecnica CEI 11-27. Nonostante la norma tecnica non definisca una frequenza di aggiornamento, il fatto che lei stessa sia soggetta a revisioni e successive edizioni (l’ultima è del gennaio 2014, la prima è dell’aprile del 1993) rende quanto meno necessario un aggiornamento a seguito dell’emissione di una sua nuova edizione.

Allo stato attuale (giugno 2021), l'obbligo di aggiornamento del corso PES PAV PEI si avrebbe solo per coloro che si fossero formati in riferimento a edizioni non aggiornate della norma.
Fonte: https://mycatalogo.ceinorme.it/

Allo stato attuale, quindi, l’obbligo di aggiornamento si avrebbe solo per coloro che si fossero formati in riferimento a edizioni non aggiornate della norma.

Considerato comunque che la formazione è finalizzata a garantire l’idoneità dei lavoratori a svolgere lavori elettrici, comprendo e condivido il consiglio di chi propone aggiornamenti quinquennali del corso PES PAV PEI. Al di là del parere personale, per altro, ci sono all’orizzonte novità che potrebbe richiedere a tutti di cambiare passo nell’aggiornamento di questa formazione.

La quinta edizione della norma CEI 11-27

La quinta edizione della norma CEI 11-27 dovrebbe introdurre l'obbligo di aggiornamento quinquennale del corso PES PAV PEI.

A giugno 2020 è stato pubblicato il progetto C.1263, che rappresenta la bozza della quinta edizione della norma di riferimento, di cui ci si attende quindi la prossima pubblicazione. Per quanto riguarda la formazione per PES PAV (paragrafo 4.15.5 “Requisiti formativi minimi per PES e PAV“), il documento introduce un vincolo nuovo:

La formazione deve essere aggiornata con cadenza almeno quinquennale per un numero di ore non inferiore a quattro, trattando argomenti relativi l’ambito specifico del lavoro elettrico dei discenti.

Diverso è il caso del corso PEI, invece, per il quale il progetto C.1263 raccomanda una formazione iniziale di durata minima di 4 ore e prevede che il mantenimento dell’idoneità sia legato a pratica e addestramento successivi. Considerando però che la formazione per PEI è aggiuntiva rispetto a quella per PES e PAV, sarà necessario provvedere all’aggiornamento quinquennale per questi ruoli perché si possa svolgere quello superiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *